Menu Chiudi

American Experience

Bataan Rescue | Articolo

Mappa delle Filippine

Condividi:

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Email Link
  • Copia Link Dismiss

    Copia Link

La penisola di Bataan, che forma il lato occidentale della baia di Manila, divenne il luogo della ritirata delle forze americane e filippine in inferiorità numerica dopo l’attacco giapponese nel dicembre 1941. Il quartier generale militare fu trasferito sull’isola di Corregidor. Il generale Douglas MacArthur credeva che la lussureggiante penisola di Bataan, che per l’80% è un terreno montagnoso, potesse fornire un’adeguata copertura difensiva alle sue truppe mentre aspettavano i soccorsi.

Dopo quattro mesi di resistenza, le forze americane e filippine, sempre più disperate, erano quasi a corto di cibo, medicine, munizioni e altre forniture. MacArthur era stato evacuato dalle Filippine. Le malattie e la fame erano dilaganti. I rinforzi non erano arrivati. In queste condizioni, la resa era inevitabile.

I prigionieri deboli e malati – circa 72.000 persone – furono portati a nord nei campi di prigionia, dove alcuni languirono per quasi tre anni. I prigionieri di guerra più forti furono stipati nelle soffocanti stive delle navi da carico e mandati a lavorare come schiavi nelle industrie giapponesi. Alla fine della guerra, uno scioccante 37% di tutti i prigionieri di guerra nel teatro del Pacifico sarebbe morto.

Oggi, la penisola di Bataan è il sito di raffinerie di petrolio, un cantiere navale, e molti monumenti alla sofferenza che ha avuto luogo lì nel 1940. Un punto di riferimento nazionale in cima al monte Samat, alto 4.500 piedi, nella parte meridionale di Bataan, onora gli uomini e le donne che soffrirono e morirono lì durante la guerra.

Vedi una breve linea temporale dell’esperienza americana durante la Seconda Guerra Mondiale nelle Filippine qui sotto.

1941
8 dicembre: otto ore dopo Pearl Harbor, il Giappone attacca le basi aeree statunitensi nelle Filippine.

1942
inizio gennaio: I giapponesi occupano Manila. Le forze americane si ritirano a sud nella penisola di Bataan.

L’11 marzo: Il generale MacArthur riceve l’ordine di lasciare le Filippine.

Il 9 aprile: Gli Usa cedono Luzon. Marcia della morte di Bataan: i giapponesi fanno marciare i prigionieri di guerra da cinque a nove giorni verso nord fino a Camp O’Donnell.

6 maggio: gli Stati Uniti si arrendono alla loro ultima roccaforte, l’isola di Corregidor.

Prima di giugno: I prigionieri di guerra americani vengono trasferiti a Cabanatuan.

1944
20 ottobre: Le forze americane invadono Leyte, a sud di Luzon.

14 dicembre: Quasi 150 prigionieri di guerra americani vengono giustiziati nel campo di Palawan.

1945
9 gennaio: U.S. forces invade Luzon.

January 30-31: Rescue of POWs from Cabanatuan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *