Menu Chiudi

Come i bambini vedono TV, YouTube, giochi e film

Bambini e bambini piccoli: TV, YouTube, giochi e film

In generale, neonati e bambini piccoli:

  • sono attratti dalla luce, dal movimento e dall’attività su TV, tablet e telefoni, ma la loro capacità di capire cosa sta succedendo è limitata
  • potrebbero riconoscere personaggi o voci familiari dopo averli visti e sentiti molte volte
  • potrebbero copiare ciò che vedono nei programmi TV o nei video di YouTube ma è più probabile che lo facciano con te – per esempio, copieranno di più l’applauso se tu batti le mani con loro
  • non possono capire trame semplici
  • hanno una capacità limitata di dire la differenza tra ciò che vedono su uno schermo e ciò che sperimentano nella vita reale fino a circa 18 mesi
  • hanno una capacità limitata di applicare ciò che vedono su uno schermo a situazioni di vita reale fino a circa 2 anni e mezzo.

I bambini fanno molta fatica a guardare gli schermi. Guardare gli schermi può renderli molto stanchi. Se non sono ancora abbastanza grandi da distogliere la testa per riposare, alcuni bambini potrebbero addirittura angosciarsi.

Anche i bambini piccoli si stancano per lo sforzo di guardare uno schermo. Ma possono allontanarsi quando vogliono, e molti lo fanno!

I bambini molto piccoli non capiscono la pubblicità. Ma possono essere attratti dai colori brillanti e dai jingle allegri. Possono anche imparare a riconoscere loghi semplici e colorati – questo potrebbe essere l’inizio della “fedeltà alla marca”.

Le linee guida nazionali e internazionali scoraggiano il tempo trascorso sullo schermo per i bambini sotto i due anni, se non per le video-chattate.

Bambini in età prescolare: TV, YouTube, giochi e film

In generale, i bambini in età prescolare:

  • non capiscono i flashback o le sequenze di sogno
  • si concentrano sugli aspetti visivi di ciò che vedono sugli schermi ma non sempre seguono le parti non visive della storia, come le parti parlate
  • godono di programmi televisivi interattivi come Sesame Street e Play School dove i conduttori parlano direttamente alla telecamera
  • godono di cartoni animati e animazioni e capiscono che alcuni cartoni sono fatti per bambini più grandi o adulti
  • non sempre capiscono la differenza tra fantasia e realtà e potrebbero pensare che ciò che vedono sia reale, soprattutto se la fantasia usa effetti speciali di alta qualità.

Immagini visive spaventose
Immagini di mostri, animali cattivi o facce orribili possono rimanere nella mente dei bambini in età prescolare per molto tempo. Questo può accadere indipendentemente da ciò che succede nella storia o da quanto siano simpatici i personaggi.

I bambini in età prescolare possono spaventarsi quando un personaggio dall’aspetto normale si trasforma in uno malvagio, in particolare se vedono il personaggio cambiare.

Immagini o scene spaventose al telegiornale possono anche turbare i bambini in età prescolare. Per esempio, potrebbero essere molto preoccupati da immagini che mostrano guerra e sofferenza, violenza, incendi o incidenti.

Immagini violente
I bambini in età prescolare potrebbero copiare ciò che vedono in TV o nei videogiochi o nei video di YouTube, anche se non capiscono bene cosa sta succedendo. Questo può essere un problema se stanno guardando qualcosa di violento.

In TV o nei videogiochi, i personaggi spesso migliorano rapidamente dopo la violenza, ma i bambini in età prescolare potrebbero non capire che questo non accade sempre nella vita reale. Questo significa che possono fare del male a se stessi o agli altri se copiano la violenza che vedono sullo schermo.

Immagini sessualizzate
Da circa cinque anni, i bambini iniziano a interessarsi alla musica contemporanea. Se guardano video musicali che mostrano immagini, azioni e passi di danza sessualizzati, potrebbero copiare queste mosse.

App, giochi, YouTube, film e TV di buona qualità per i bambini in età prescolare possono sostenere l’apprendimento e incoraggiare comportamenti positivi. Per esempio, un’app di buona qualità potrebbe incoraggiare i bambini a fare a turno. Un programma televisivo di buona qualità potrebbe includere scenari che i bambini amano giocare nella vita reale, come “ospedale” o “zoo”.

I bambini in età scolare e TV, YouTube, giochi e film

In generale, i bambini in età scolare possono seguire trame semplici e capire come gli eventi di una storia sono collegati tra loro. Ma tendono a prendere le cose al valore nominale, piuttosto che mettere in discussione ciò che vedono in TV, YouTube, videogiochi o siti di intrattenimento per videogiochi come Twitch.

Le immagini dei media e i modelli di ruolo possono influenzare il comportamento e gli atteggiamenti dei bambini in età scolare. A questa età, i bambini guardano l’ambiente che li circonda per i modelli di ruolo, che potrebbero includere personaggi televisivi, celebrità dei social media e altre figure dei media.

Immagini visive spaventose
I bambini in età scolare dipendono meno dalle immagini visive per il significato rispetto ai bambini più piccoli. Ma immagini spaventose e scenari spaventosi possono ancora turbarli.

Guardare le notizie in TV o online può essere particolarmente spaventoso per i bambini di questa fascia di età. Questo non solo a causa delle immagini, ma anche perché i bambini in età scolare sanno che gli eventi che vedono al telegiornale sono reali. Le notizie sul crimine possono turbarli, e potrebbero essere particolarmente preoccupati per la morte.

Le immagini violente
La violenza in TV può avere effetti più negativi sui bambini in età scolare che sui bambini più piccoli.

Molti programmi televisivi, film e videogiochi fatti per bambini in età scolare mandano il messaggio che va bene che gli eroi usino la violenza, purché sia per una buona causa. I bambini in età scolare possono interpretare male questo messaggio e pensare che la violenza sia un buon modo per risolvere i conflitti e ottenere ciò che si vuole.

Alcuni esperti suggeriscono che l’esposizione alla violenza della TV e dei videogiochi può rendere i bambini meno sensibili alla violenza e può causare un comportamento aggressivo. Ma altri suggeriscono che i bambini più grandi possono dire la differenza tra un gioco e la realtà, e questo impedisce alla violenza dei videogiochi di sfociare nella violenza della vita reale.

Immagini sessualizzate
Le immagini sessualizzate mostrate nei video musicali, nei video di YouTube, nei post dei social media e nei programmi televisivi possono influenzare il modo in cui i ragazzi e le ragazze vedono se stessi e il loro sviluppo sessuale quando entrano negli anni della scuola e dell’adolescenza.

Alcune celebrità dei social media enfatizzano la ‘sensualità’ o idee esagerate e stereotipate di femminilità e mascolinità nelle loro immagini. Questo può rafforzare immagini corporee malsane, ruoli di genere imprecisi e ruoli sociali ingiusti per ragazze e ragazzi e uomini e donne.

App, giochi, YouTube, film e TV di buona qualità per i bambini in età scolare possono sostenere l’apprendimento e incoraggiare comportamenti positivi. Per esempio, un’app di buona qualità per i bambini della scuola primaria potrebbe portare i bambini a creare animazioni. Un programma televisivo o un canale YouTube di qualità potrebbe ispirare nuove idee di gioco fuori dallo schermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *