Menu Chiudi

Il mito del multitasking

Pensi di essere bravo a fare più cose contemporaneamente?

Leggere e ascoltare musica? Guidare e parlare al telefono (a mani libere, ovviamente), o mandare messaggi mentre sei seduto in una riunione?

Ripensaci.

La ricerca nel campo delle neuroscienze ci dice che il cervello non svolge davvero compiti simultaneamente, come pensavamo (speravamo). In realtà, ci limitiamo a passare rapidamente da un compito all’altro. Ogni volta che passiamo dall’ascoltare la musica, allo scrivere un testo, o al parlare con qualcuno, c’è un processo di stop/start che avviene nel cervello.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Questo processo start/stop/start è duro per noi. Invece di risparmiare tempo, costa tempo (anche micro secondi molto piccoli). È meno efficiente, facciamo più errori, e col tempo, può far calare la nostra energia.

Non mi credete ancora?

Fate un piccolo test che ho imparato recentemente in un workshop sulla mindfulness, tenuto dal Potential Project, un gruppo con sede in Danimarca. Here it is:

  1. Draw two horizontal lines on a piece of paper.
  2. Now, have someone time you as you carry out the two tasks that follow:
  • On the first line, write:
    • I am a great multitasker
  • I am a great multitasker
  • On the second line, write out the numbers 1-20 sequentially, like those below:
    • 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
  • 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

How much time did it take to do the two tasks? Usually it’s about 20 seconds.

Now, let’s multitask.

Draw two more horizontal lines. This time, and again have someone time you, write a letter on one line, and then a number on the line below, then the next letter in the sentence on the upper line, and then the next number in the sequence, changing from line to line. In altre parole, scrivi la lettera “I” e poi il numero “1” e poi la lettera “a” e poi il numero “2” e così via, fino a completare entrambe le righe.

l’articolo continua dopo la pubblicità

I a…..

1 2…..

Scommetto che il tuo tempo è il doppio o più di quello del primo turno. Potresti anche aver fatto degli errori e probabilmente eri frustrato perché dovevi “ripensare” a quale sarebbe stata la prossima lettera e poi il prossimo numero.

Questo è switch-tasking su qualcosa di molto semplice, ma è esattamente quello che succede quando cerchiamo di fare molte cose (spesso più complesse) allo stesso tempo.

Quindi la prossima volta che pensate di essere in multi-tasking, fermatevi e siate consapevoli che state davvero facendo switch-tasking. Poi datti un limite di tempo (10 minuti, 45 minuti?) e concentrati su un solo compito e vedi se non riesci a completarlo meglio, più velocemente e con meno energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *