Menu Chiudi

Jackie e Rachel Robinson – Profilo del Mese della Storia Nera – Bowen Center

Mese della Storia Nera 2020

Jackie e Rachel Robinson

In tutta l’America, Jackie Robinson è conosciuto come un’icona afroamericana e uno dei più grandi atleti mai vissuti. La sua vita è stata ricordata in diversi film, innumerevoli libri ed è servita come fonte di ispirazione alla luce del continuo razzismo e della discriminazione nel nostro paese.

Nato nel 1919 al Cairo, in Georgia, da una famiglia di mezzadri, Jackie Robinson è salito allo status di icona culturale quando è diventato il primo afroamericano a giocare nella Major League Baseball (MLB) nell’era moderna. Il baseball, lo sport più popolare del paese all’epoca, era rigorosamente segregato, ma Robinson ruppe la “linea del colore” del baseball nell’aprile del 1947 quando iniziò a giocare in prima base per i Brooklyn Dodgers.

Prima della sua illustre carriera nel baseball, Robinson fu un campione nazionale NCAA di atletica leggera (salto in lungo), e il primo studente-atleta della UCLA a vincere lettere universitarie in quattro sport (baseball, basket, football e pista). Ha anche servito nell’esercito degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale ed è stato tra una manciata di afroamericani ammessi alla Officer Candidate School (OCS). La carriera militare di Robinson fu infine deragliata da un incidente razzista quando si rifiutò di spostarsi in fondo a un autobus non segregato. Fu sottoposto alla corte marziale e accusato di molteplici reati tra cui l’ubriachezza in pubblico, anche se Robinson non beveva. Alla fine fu assolto ma non vide mai il combattimento durante la seconda guerra mondiale, fu congedato con onore e continuò a lavorare nello sport prima di giocare nelle Negro Leagues con i Kansas City Monarchs.

Quando tutto fu detto e fatto, Robinson fu un 6 volte all-star della MLB, un campione delle World Series, MVP della National League, e fu il primo afroamericano ad essere inserito nella Baseball Hall of Fame. Il suo numero, 42, è stato ritirato da tutte le squadre della MLB e non sarà mai più indossato. Il suo carattere risoluto, il suo contegno non violento di fronte al razzismo dilagante e le sue capacità atletiche apparentemente ineguagliabili hanno sfidato il tradizionale sistema di classi segregate dell’America.

Mentre Robinson è conosciuto dai più per i suoi risultati sportivi, lui e sua moglie, Rachel Robinson, sono stati pionieri per tutta la vita. Jackie e Rachel hanno avuto un impatto significativo sulla vita afroamericana in America come quasi ogni altra famiglia nella storia.

Rachel, nata a Los Angeles, California nel 1922 incontrò Jackie nel campus della UCLA nel 1941. I due si sposarono nel 1946 ed ebbero tre figli negli anni successivi. Dopo il ritiro di Jackie dal baseball professionistico, Rachel ha intrapreso una carriera di infermiera, ottenendo un master in infermieristica psichiatrica alla New York University. Ha lavorato come ricercatrice e clinica prima di diventare assistente alla Yale School of Nursing e continuare a servire come direttore delle infermiere al Connecticut Mental Health Center.

Oltre alle loro rispettive carriere, Jackie e Rachel sono state determinanti in varie iniziative che hanno promosso le prospettive degli afroamericani nel paese. Jackie è stato il primo analista nero per le telecronache della MLB Game of the Week della ABC, è stato attivo nella politica nazionale ed è diventato molto coinvolto nel movimento per i diritti civili quasi subito dopo il suo ritiro dal baseball professionistico. Fece parte del consiglio della NAACP per un decennio, divenne la prima persona di colore a ricoprire la carica di vicepresidente di un’importante società americana (Chock full o’Nuts) e contribuì persino a fondare la Freedom National Bank, una banca commerciale di proprietà e gestita da neri con sede ad Harlem. Robinson fondò anche la Jackie Robison Construction Company che costruiva alloggi per famiglie a basso reddito. Fino alla sua morte, avvenuta nel 1972, Robinson fu un convinto sostenitore dei diritti civili e un attivista per i diritti e la rappresentanza dei neri.

Dopo la morte del marito nel 1972, Rachel costituì la Jackie Robinson Development Corporation, una società di sviluppo immobiliare specializzata in alloggi a basso e medio reddito. Appena un anno dopo, ha fondato la Jackie Robinson Foundation per onorare suo marito, l’organizzazione, che esiste ancora oggi, fornisce borse di studio ai giovani delle minoranze per l’istruzione superiore. Rachel ha ottenuto una dozzina di dottorati onorari per il suo lavoro di promozione dell’equità razziale e ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti per il suo servizio alla comunità nera. Continua a rappresentare Jackie attraverso numerose iniziative, tra cui la Fondazione.

L’Emma L. Bowen Community Service Center è lieta di onorare Jackie e Rachel Robinson per tutti i loro successi a favore della comunità afroamericana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *