Menu Chiudi

Le signore barbute

rugosus9.jpg

Nel nostro cortile abbiamo un nido occupato di formiche raccoglitrici di semi Pogonomyrmex rugosus. Il tempo caldo le ha fatte uscire per la prima volta la settimana scorsa, e ogni tanto esco per vedere cosa stanno facendo.

Pogonomyrmex è la parola greca per “formica barbuta”, chiamata 150 anni fa dal mirmecologo austriaco Gustav Mayr per la spessa spazzola di peli sulla parte inferiore della testa. Gli entomologi si riferiscono affettuosamente a questi onnipresenti insetti del deserto come “Pogos”. Cosa fa la barba?

È uno strumento di costruzione, e uno che è particolarmente utile nei climi secchi e sabbiosi. Come può testimoniare chiunque abbia fatto castelli di sabbia, la sabbia secca non si aggrega, cade a pezzi. Al contrario, la sabbia bagnata è facile da trasportare. I granelli si attaccano insieme e possono essere trasportati come un grande ammasso, come questo. Le formiche del deserto non hanno il lusso della sabbia bagnata per la maggior parte dell’anno. Hanno dovuto improvvisare, e quello che hanno inventato è la barba, o psammoforo. Si tratta di un piccolo cestino sul lato inferiore della testa fatto di peli rigidi.

rugosus13.jpg

Abbiamo un’altra specie di formica mietitrice sul retro, la più piccola P. desertorum. Come la maggior parte dei Pogonomyrmex anche loro hanno uno psammoforo ben sviluppato. Ho fatto una serie di scatti di azione dello psammoforo durante il fine settimana mentre i lavoratori portavano diligentemente pezzi di terreno scavato fuori dal loro nido. (Questo è stato più facile che fotografare i rozzi raccoglitori. Il più mite P. desertorum è molto, molto meno incline a pungere i fotografi ficcanaso, e lasciatemi dire che le punture di Pogo sono un marchio molto interessante di dolore).

desertorum6.jpg
desertorum4.jpg

Guardate come è stretto il pacchetto di sabbia sciolta sotto la testa. La stessa foto, ritagliata, mostra come funziona. The long hairs of the psammophore hold loose sand grains in place:

desertorum4a.jpg

Dumping the load:

desertorum2.jpg

And a quick clean before heading back into the nest:

desertorum5.jpg

All those bucketloads of sand add up. Here’s a mound made by a different species, the western harvester ant Pogonomyrmex occidentalis:

occidentalis3.jpg

What most intrigues me about psammophores is that lots of completely unrelated groups of desert ants have them. Apparently psammophores evolve at the drop of a hat, although this is perhaps not too surprising. Most ants already have hairs of some sort on the underside of the head. Antweb.org mostra diverse di queste altre formiche barbute nelle loro gallerie:

Dorymyrmex exsanguis
Pheidole psammophila
Messor lariversi
Myrmecocystus wheeleri

Incidentalmente, le formiche maschio non scavano. Questo compito è riservato alle femmine, quindi sono le signore delle formiche ad essere barbute.

Tweet Condividi Google Plus Condividi Whatsapp reddit Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *