Menu Chiudi

L’Effetto Orografico e il suo effetto sul tempo

Quando l’aria raggiunge i pendii delle montagne o delle scarpate, è costretta a salire con l’elevazione del terreno fisico. Man mano che guadagna quota, la temperatura inizia a scendere per effetto del raffreddamento adiabatico*. L’aria continua a raffreddarsi mentre continua a salire lungo i pendii.

(*Il raffreddamento adiabatico è la riduzione del calore dovuta all’espansione dell’aria. Mentre l’aria sale nell’atmosfera, la pressione barometrica si abbassa, permettendo all’aria di espandersi e raffreddarsi. Questo processo avviene senza che venga aggiunto o sottratto calore al sistema).

Quando l’aria raggiunge il punto di rugiada (la temperatura alla quale l’acqua non può più rimanere allo stato gassoso) mentre sta ancora salendo lungo i pendii delle montagne, avviene la condensazione.

Se nelle nuvole è presente abbastanza umidità, le goccioline d’acqua che contengono crescono abbastanza da portare a precipitazioni. La quantità di pioggia può variare da pioviggini leggere ad acquazzoni torrenziali, a seconda della quantità di umidità contenuta nelle nuvole.

Effetto del sollevamento orografico sulla vegetazione

Il processo e l’influenza dell’effetto orografico non si fermano con il raffreddamento dell’aria e la conseguente precipitazione contro le pendici di una montagna.

La creazione di due condizioni meteorologiche molto diverse

Quando l’aria raggiunge la cima di una montagna, è fredda e secca come risultato del raffreddamento adiabatico e delle precipitazioni avvenute. Di solito, sul versante sottovento della montagna, il terreno scende in altezza alla stessa velocità del versante sopravento.

Con l’abbassamento del terreno, la gravità spinge l’aria secca giù per i pendii della montagna. Mentre scende, l’aria viene compressa a causa dell’aumento della pressione barometrica più vicina al suolo. La compressione fa sì che l’aria si riscaldi attraverso il riscaldamento adiabatico.

L’effetto sulla vegetazione

L’aria fredda e umida sul lato sopravvento e l’aria calda e secca sul lato sottovento di una montagna hanno un effetto significativo sulla vegetazione.

Le condizioni meteorologiche sui versanti sopravvento

Spesso, il sollevamento orografico si verifica quando una montagna è situata vicino all’oceano o a un grande corpo d’acqua. I venti umidi che soffiano dalle rive provocano un costante apporto d’acqua ai pendii della montagna che si affacciano sul mare o sul lago, dando luogo a precipitazioni su larga scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *