Menu Chiudi

Pennsylvania Center for the Book

Francis Thomas Avallone, meglio conosciuto come Frankie Avalon, è nato il 18 settembre 1939 a South Philadelphia da Nicholas e Mary Avallone. Anche se oggi è conosciuto per la sua carriera di cantante e attore, Avalon ha iniziato a suonare la tromba. Etichettato da molti come un bambino prodigio, il padre di Avalon gli ha insegnato a suonare la tromba in età molto giovane. Esercitandosi dalle quattro alle cinque ore al giorno, Avalon si fece un nome suonando in teatri e club locali. La sua carriera cominciò a farsi strada quando fu scoperto ad una festa privata.

Al Martino, un cantante dello stesso quartiere di Philadelphia di Avalon, stava tenendo una festa privata per festeggiare la firma con una casa discografica. Avalon si intrufolò alla festa e iniziò a suonare la sua tromba. Secondo le parole di Avalon, “Era proprio come un film. Tutti smisero di parlare e piacqui ad Al Martino”. Avalon piacque anche a un talent scout locale presente alla festa, che lo aiutò a partecipare al Jackie Gleason Show (uno spettacolo di varietà che andò in onda dal 1952 al 1970). Seguirono altre apparizioni televisive e, nel 1954, Avalon fece un disco con una piccola etichetta chiamata X-Vik Records. Le sue prime registrazioni furono strumentali chiamate “Trumpet Sorrento” e “Trumpet Tarantaella”. Avalon continuò a suonare la tromba, e all’età di dodici anni era in una band locale chiamata “Rocco and the Saints.”

Avalon stava suonando la tromba di riserva per la band quando il manager locale di intrattenimento pubblico Bob Marcucci gli chiese se conosceva qualche cantante rock and roll di talento. Avalon suggerì il cantante della band, Andy Martin. A Marcucci non importava molto di Martin, ma ebbe anche la possibilità di sentire Avalon cantare, e ne rimase molto impressionato. Poco dopo, Avalon ricevette un contratto di registrazione con la Chancellor Records di Philadelphia. I suoi primi due singoli furono “Cupid” e “Teacher’s Pet”. Queste canzoni lo aiutarono ad ottenere il suo primo ruolo cinematografico, una parte minore in Jamboree (1957). Il successivo disco di Avalon fu chiamato “De De Dinah”, scritto dai suoi manager. La canzone era “un pezzo di fluff adolescenziale” e, per mostrare la sua mancanza di rispetto per la canzone, Avalon si pizzicava il naso mentre la cantava, dandole un suono molto nasale. Avalon apparve all’American Bandstand di Dick Clark nel 1957 per presentare la canzone, e presto “De De Dinah” aveva venduto più di un milione di copie, oltre a diventare la prima canzone top ten di Avalon.

La prima canzone numero uno di Avalon nelle classifiche musicali fu chiamata “Venus”; fu pubblicata nel 1959. A differenza delle tipiche canzoni di Avalon, “Venus”, scritta da Ed Marshall, era stilisticamente una canzone molto diversa da quelle che Avalon cantava di solito; invece di chitarre e sassofoni, c’era un’orchestra, e Avalon cantava la canzone con la sua voce piena. Molti considerano “Venus” la canzone più conosciuta di Avalon; ha venduto oltre un milione di copie. Dopo “Venus” Avalon ebbe successo anche con le canzoni “Bobby Sox To Stockings”, “Just Ask Your Heart” e “Why”, che vendettero tutte almeno un milione di copie. Cominciò a prendere piccoli ruoli in film, come The Alamo di John Wayne nel 1960, e la sua vita personale cambiò nel 1962 quando incontrò la sua futura moglie, Kathryn Diebel. Avalon stava giocando a carte con degli amici a Los Angeles, quando l’ex vincitrice del concorso di bellezza entrò nella stanza. Subito dopo averla vista, Frankie capì di volerla sposare, cosa che fece tre settimane dopo. Poi, nel 1963, ebbe il suo primo ruolo da protagonista in un film chiamato Drums of Africa. La carriera cinematografica di Avalon esplose più tardi, nel 1963, quando lui e Annette Funicello recitarono in Beach Party e nei molti sequel che seguirono. La carriera di Avalon era stata rilanciata. Il biografo di Internet Movie Database afferma che “questi film, con la loro combinazione di surf, commedia bassa, balli e bikini, colpirono un nervo scoperto con il pubblico adolescente”, per non parlare del fatto che erano poco costosi da realizzare. Ogni singolo film è stato creato nell’arco di 15 giorni, costando solo 350.000 dollari e raccogliendo comunque enormi profitti. Cercando di cogliere il significato di Frankie Avalon e del genere beach movie, il giornalista Thomas K. Arnold di USA Today scrive: “I film da spiaggia di Frankie Avalon-Annette Funicello, prodotti dalla celebre casa di B-movie American International Pictures, sono diventati parte integrante della cultura pop dei primi anni ’60”. La transizione di Avalon da pop star adolescente ad attore fu sorprendentemente liscia.

Un’altra tappa nella rinascita della carriera di Avalon venne dalla sua performance cameo nel film Grease del 1978. Inizialmente, non era sicuro di volere il ruolo. Nell’opera originale, il personaggio dell’angelo adolescente era vestito completamente di nero. Nelle parole dello stesso Avalon, il personaggio era “come il capo di una banda di motociclisti”. Con il permesso del regista Randall Kleiser, Avalon cambiò il personaggio per adattarlo al suo stile personale. Da allora, Avalon è apparso in tour con la versione musicale del film, sostenuto da una base di fan incrollabile. Oltre ad esibirsi nella versione musicale di Grease, Avalon iniziò ad esibirsi con i “Golden Boys of Bandstand” nel 1985. Il gruppo era composto da Frankie Avalon, Bobby Rydell e Fabian, tutti idoli pop di Filadelfia della fine degli anni ’50 e dei primi anni ’60. Lo spettacolo, che prevedeva sia esibizioni di gruppo che assoli, divenne così popolare che si dovettero aggiungere sempre più spettacoli al programma. Alla fine i “Golden Boys” portarono il loro spettacolo in tutto il paese. In un’altra ondata di nostalgia, Avalon prese parte al film Back to the Beach nel 1987, un’affettuosa parodia del popolare genere di film da spiaggia che lui rese così popolare negli anni ’60.

Oggi, Avalon è un uomo d’affari. Ha sviluppato una linea di prodotti per la cura della salute conosciuti come “Frankie Avalon’s Health Makeover System” che vende sulle reti commerciali televisive. L’abbronzatura del marchio Avalon proviene in realtà da “Twilight Tan”, un prodotto autoabbronzante che ha creato e che vende sul noto Home Shopping Network. Avalon si esibisce ancora in casinò, teatri e festival, così come con i “Golden Boys of Bandstand”. Rimane estremamente popolare in tutti i luoghi. Più recentemente Avalon è apparso nel reality show della NBC Grease, You’re the One That I Want, per eseguire “Beauty School Drop Out”. Avalon continua anche a godere della buona musica, apprezzando artisti classici come Barry Manilow e Tony Bennett, ma anche artisti più recenti, come John Legend. Avalon è ancora sposato con sua moglie da quarantacinque anni, Kathryn Diebel, e insieme hanno otto figli. Da prodigio della tromba a idolo del pop adolescenziale ad attore, Frankie Avalon ha lasciato il segno nella cultura pop per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *