Menu Chiudi

Perché gli opposti raramente si attraggono

Se sei cresciuto con una dieta di favole Disney, potresti essere perdonato per aver pensato che gli opposti si attraggono. La Bella e la Bestia, Cenerentola e La Sirenetta perpetuano l’idea che il partner ideale è qualcuno che ha le qualità opposte alle nostre.

Ma non è solo Disney: l’idea che gli opposti si attraggono ha completamente saturato l’industria cinematografica – pensate al comico nevrotico che si innamora della cantante dallo spirito libero in Annie Hall di Woody Allen, per esempio. Infatti, uno studio ha scoperto che quasi l’80% di noi crede nell’idea che gli opposti si attraggono.

Ma un nuovo studio che traccia le impronte digitali delle persone – come si comportano online – suggerisce che questo non è vero nella vita reale. E non è la prima volta che la scienza arriva a questa conclusione. Per decenni, psicologi e sociologi hanno sottolineato che l’idea che gli opposti si attraggono è un mito.

In effetti, quasi tutte le prove suggeriscono che gli opposti si attraggono molto raramente. Lo psicologo Donn Byrne è stato uno dei primi a studiare l’impatto della somiglianza nelle prime fasi delle relazioni. Per farlo, ha sviluppato un metodo noto come la “tecnica dello sconosciuto fantasma”.

La procedura inizia con i partecipanti che completano un questionario sulle loro attitudini su una varietà di argomenti, come l’uso di armi nucleari. Successivamente, prendono parte a una fase di “percezione della persona”, dove valutano una persona (inesistente) sulla base delle loro risposte allo stesso questionario.

Byrne ha manipolato il grado di somiglianza tra il partecipante e lo sconosciuto fantasma. I suoi risultati hanno mostrato che i partecipanti hanno riferito di sentirsi più attratti da persone che avevano atteggiamenti simili. Infatti, maggiore è il grado di somiglianza attitudinale, maggiore è l’attrazione e il gradimento.

Per spiegare i suoi risultati, Byrne ha sostenuto che la maggior parte di noi ha bisogno di una visione logica e coerente del mondo. Tendiamo a favorire le idee e le credenze che sostengono e rafforzano questa coerenza. Le persone che sono d’accordo con noi convalidano i nostri atteggiamenti e quindi soddisfano questo bisogno, mentre le persone che non sono d’accordo con noi tendono a stimolare sentimenti negativi – ansia, confusione e forse anche rabbia – che portano alla repulsione.

La prima ricerca di Byrne era limitata alla somiglianza degli atteggiamenti, ma altre ricerche hanno suggerito che ci può essere anche una maggiore attrazione verso gli altri che condividono dimensioni sociodemografiche simili. Per esempio, gli studi hanno dimostrato che i daters online sono più propensi a contattare e rispondere ad altri che hanno un background educativo ed etnico simile al loro, e hanno un’età simile. Tuttavia, le ricerche successive di Byrne hanno suggerito che la somiglianza attitudinale può essere più importante della somiglianza sociodemografica quando si tratta di formare una relazione.

Personalità complementari contro personalità simili

A metà degli anni ’50, il sociologo Robert Francis Winch sosteneva che, quando si tratta delle nostre personalità, ciò che conta non è la somiglianza ma la complementarietà. Sulla base dei suoi studi sui coniugi, ha suggerito che gli individui sarebbero attratti da altri che possiedono tratti di personalità che a loro mancano. Una donna assertiva, per esempio, sarebbe attratta da un uomo sottomesso, mentre un uomo estroverso sarebbe attratto da una donna introversa. Gli studi sugli amici e i coniugi trovano costantemente che due individui hanno maggiori probabilità di essere amici e coniugi se sono simili in termini di personalità.

Sia i migliori amici che le coppie tendono ad essere simili. oneinchpunch/

Questo include il nuovo studio che ha esaminato le impronte digitali di più di 45.000 individui, piuttosto che i dati auto-riferiti sulla personalità. I risultati di questo studio hanno mostrato che le persone con personalità simili, basate su like e scelte di parole nei post, avevano più probabilità di essere amici. L’associazione era ancora più forte tra partner romantici.

In effetti, l’idea che siamo più attratti da persone simili è incredibilmente solida. Una revisione di 313 studi con oltre 35.000 partecipanti ha scoperto che la somiglianza era un forte predittore di attrazione nelle prime fasi di una relazione – non trovando alcuna prova che gli opposti si attraggono. La relazione è così forte che alcuni psicologi hanno persino proclamato l’effetto di somiglianza come “una delle migliori generalizzazioni della psicologia sociale”.

Troppa somiglianza?

Ma questa non è proprio la fine della storia. Lo psicologo Arthur Aron ritiene che, mentre la somiglianza è importante, ci possono essere alcune situazioni in cui può effettivamente minare l’attrazione. Egli ha sostenuto che le persone hanno anche un bisogno di crescere ed espandere il sé – e che una ragione per cui formiamo relazioni con gli altri è perché possiamo assimilare alcune delle qualità dei nostri partner, che promuove tale crescita.

L’implicazione è che saremo attratti da altri che offrono il maggior potenziale di espansione del sé – e qualcuno che è simile nei valori e nei tratti fornisce molto meno potenziale di crescita di qualcuno che è diverso. Così, il modello finisce per prevedere che la dissomiglianza a volte può essere attraente, soprattutto se si crede che ci sia una buona possibilità che si sviluppi una relazione. La ricerca di Aron con la tecnica dello sconosciuto fantasma sembrerebbe sostenere questa idea.

Ma naturalmente il quadro si complica quando consideriamo come le coppie si comportano nella vita reale. Per esempio, quando le coppie scoprono di essere in forte disaccordo su qualche argomento, spesso portano i loro atteggiamenti in “allineamento” l’uno con l’altro – diventando più simili l’uno all’altro nel tempo.

Quindi, se sei single e stai cercando, il consiglio di decenni di ricerca scientifica è semplice: smetti di credere che il partner giusto per te sia qualcuno che ha le qualità opposte alle tue. Gli opposti non si attraggono quasi mai, e faresti molto meglio a concentrarti su persone che hanno qualità e atteggiamenti simili ai tuoi, ma che offrono un certo potenziale di espansione personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *