Menu Chiudi

The World’s Most Dangerous Mountains To Climb

L’arrampicata in montagna è un’attività amata da molti appassionati di outdoor, con la sfida e la soddisfazione di completare un’escursione importante. Mentre l’escursionismo su un sentiero locale è divertente e un ottimo modo per tenersi in forma, niente è paragonabile alla conquista di una vetta più alta nei grandi spazi aperti. L’alpinismo ha i suoi rischi e ci sono un certo numero di destinazioni in tutto il mondo che sono note per essere estremamente pericolose. Nonostante il rischio, gli alpinisti sono attratti da queste vette anno dopo anno. Che sia nonostante o a causa di questi rischi, abbiamo stilato una lista delle montagne più pericolose del mondo da scalare.

K2

Brad Jackson / Getty Images

La seconda montagna più alta del mondo a 28.251 piedi, il K2 si trova al confine tra Cina e Pakistan ed è considerata la salita più impegnativa. Le sezioni ripide della parete rocciosa sono intessute di seracchi, o pilastri di ghiaccio, che sono inclini a crollare senza preavviso. Il K2 è anche soggetto a frequenti e forti tempeste, rendendo difficile una scalata di successo. Mentre la montagna ha meno morti dell’Everest, il 29% dei tentativi che hanno come risultato una fatalità è molto più alto. La leggenda dice che la montagna è maledetta per le scalatrici.

Mt. Everest

zhengjie wu / Getty Images

Quando la maggior parte delle persone pensa a scalate pericolose, pensa al Monte Everest, alto 29.029 piedi. Mentre è ancora una scalata rischiosa per la quale bisogna essere diligentemente preparati, è stata tentata così tante volte che i pericoli della montagna sono ben compresi. Aria sottile, valanghe e venti a 100 miglia all’ora sono alcuni degli aspetti più spietati dell’Everest. A partire dal 2019, sono stati fatti poco meno di 24.000 tentativi, culminati in 10.050 persone che ci sono riuscite e 291 che sono morte.

Siula Grande

Foto ©Tan Yilmaz / Getty Images

Questa montagna delle Ande peruviane è completamente a picco sia sul lato ovest che su quello sud, con un’ascesa verticale di 20.814 piedi. Non è stata conquistata fino al 1985 in una delle storie di arrampicata più emozionanti di sempre. Simpson e Yates, dopo aver raggiunto la cima attraverso la parete ovest, incontrarono un disastro sulla via del ritorno quando Simpson cadde e si ruppe una gamba. Mentre Yates cercava di aiutarlo a scendere con una corda, perse Simpson in un dirupo. Cinque giorni dopo, mentre Yates si preparava a tornare a casa, Simpson saltò nel campo su una gamba sola, essendo sopravvissuto alla caduta di 30 metri e vivendo di neve sciolta.

Kanchenjunga

Emad aljumah / Getty Images

Tracciando il confine tra India e Nepal, questa montagna è nota per i suoi incredibili panorami a 28.169 piedi. Il freddo pungente, il tempo imprevedibile e le valanghe ne fanno una delle scalate più pericolose del mondo. È anche la terza montagna più alta del mondo e l’aria sottile e il mal di montagna aggiungono ulteriori sfide. Dagli anni ’90, più del 20% dei tentativi di scalare la vetta principale del Kanchenjunga sono risultati mortali. È interessante notare che la maggior parte dei decessi si verifica durante la discesa, con ragioni comuni tra cui l’edema cerebrale d’alta quota, la caduta di ghiaccio e l’edema polmonare d’alta quota.

Il Cervino

KDP / Getty Images

Questa montagna di 14,692 piedi, la montagna più famosa delle Alpi e una delle salite più difficili, prende il suo nome perché sembra un corno gigante che sovrasta il paesaggio. La difficoltà tecnica della salita è aggravata da valanghe e cadute di massi regolari e ha uno dei più alti tassi di mortalità nelle Alpi. La popolarità del Cervino significa anche che le vie di arrampicata possono diventare pericolosamente sovraffollate di alpinisti impazienti.

Annapurna

Emad Aljumah / Getty Images

Questo massiccio – situato sull’Himalaya nel Nepal centro-settentrionale – è la decima montagna più alta del mondo con i suoi 26. 000 piedi,000 piedi. È uno degli Ottomila, 14 picchi in Asia che superano i 26.247 piedi sul livello del mare, riconosciuti dalla Federazione internazionale di alpinismo e arrampicata. È anche una delle più mortali; il 32% di coloro che hanno tentato il trekking sono morti nel tentativo – il più alto tasso di mortalità di qualsiasi montagna nel mondo. Questo è dovuto in parte al fatto che è incredibilmente incline alle valanghe, il che si aggiunge alla difficoltà tecnica della salita.

Mt. Washington

Questa immagine fotografata e modificata da Elizabeth Marie / Getty Images

Poche persone pensano alle White Mountains negli Stati Uniti orientali come particolarmente pericolose. Tuttavia, sono la sede della nona salita più pericolosa del mondo. Anche se la montagna non è tra le più alte del mondo e nessuna delle sue pareti è veramente verticale, ha un terreno roccioso infido e difficile. Ciò che rende la salita veramente pericolosa, però, è il tempo. Qualcosa di strano nelle correnti d’aria intorno alla montagna la rende sede di venti regolari con forza di uragano. Il vento più forte mai registrato sulla Terra, 231 mph, è stato misurato su questa montagna. Pellet di ghiaccio piovono dal cielo anche in estate, e le tempeste possono formarsi quasi senza preavviso. La montagna ha causato 161 morti e il folklore locale dice che è infestata e maledetta.

El Capitan

Nick Rains / Getty Images

Alta più di 3.000 piedi, la montagna si erge a picco sul mare,000 piedi di altezza, la parete verticale di El Capitan è senza dubbio l’arrampicata più impegnativa del mondo, ed è una vera e propria arrampicata su roccia – uno sport molto diverso dal trekking. Situato nel Yosemite National Park, anche gli scalatori più esperti che usano corde e chiodi impiegano generalmente quattro o cinque giorni per raggiungere la cima, e devono dormire in amache appese a chiodi nella parete di roccia. Quelli che cercano l’ultima sfida salgono sulla falesia con nient’altro che le loro mani e i loro piedi – uno sport chiamato free solo climbing.

Eiger

@ Didier Marti / Getty Images

La parete nord di questa montagna alpina di 13.015 piedi ha un nome che dice tutto: la Murder Wall. Non solo è una scalata difficile e impegnativa, ma la roccia pesante cade regolarmente e ripulisce questa parete della montagna da qualsiasi cosa e da chiunque vi si trovi. Almeno 65 persone sono morte sulla montagna dagli anni ’30, quando la sua notorietà è stata sigillata quando 8 uomini sono stati uccisi sulla vetta prima della prima salita di successo nel 1938.

Gangkhar Puensum

Emad aljumah / Getty Images

Situato in Bhutan al confine con il Tibet si trova la montagna più alta mai scalata. Il Bhutan ha aperto all’alpinismo nel 1983, ma nel 1994 la scalata di montagne più alte di 20.000 piedi è stata proibita per rispetto delle credenze spirituali locali. Dato che il Gangkhar Puensum si trova a 24.840 piedi e nessuno l’ha scalato tra il 1983 e il 1994, è una delle cime non scalate più conosciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *